Smoking: storia di un’icona

Considerato da sempre l’abito da sera per eccellenza, lo smoking diventa popolare tra i gentleman londinesi nella seconda metà del XIX secolo e da allora non ha smesso di essere protagonista di eventi importanti, serate di gala e di rappresentanza.

Il termine smoking deriva da “smoking jacket”, letteralmente giacca da fumo, espressione inglese utilizzata per indicare il tipico abbigliamento prediletto dagli uomini che frequentavano le sale da fumo dei club cittadini con lo scopo di preservare l’abito dall’odore del tabacco.

Lo smoking divenne sinonimo di abito elegante quando il Principe di Galles Edoardo VII commissionò ai celebri sarti Henry Poole una giacca da sera corta da indossare durante per le serate nella tenuta di campagna, di forma simile alla “giacca da fumo” ma più corta e che potesse essere utilizzata anche durante i pasti.

Smoking: l’evoluzione del design

Meno formale rispetto a frac e tight, lo smoking si è evoluto nel corso degli anni seguendo diversi trend ma rimanendo comunque fedele al taglio classico che da sempre lo contraddistingue. La classica giacca dello smoking, che non presenta spacchi, è monopetto e ha un unico bottone, la versione in doppiopetto che va indossata rigorosamente abbottonata, venne presentata per la prima volta alla fine degli anni ’20. I revers della giacca vengono realizzati in seta o in gros grain mentre i bottoni sono ricoperti dello stesso tessuto del revert.

Il classico colore dello smoking è il nero anche se negli anni cinquanta si sono viste versioni in tartan e negli anni sessanta si diffusero versioni dai colori accesi e vistosi. L’alternativa al nero ammessa anche alle serate più eleganti è la versione blu.

I pantaloni sono realizzati nello stesso tessuto della giacca e sfruttano il classico taglio dritto, senza risvolto e sono di norma privi dei passanti per la cintura che non dovrebbe essere indossata con questo capo di abbigliamento.

Smoking: quali scarpe abbinare

Essendo un abito da utilizzare per eventi formali ed eleganti, lo smoking deve essere accompagnato da una scarpa altrettanto elegante per questo l’unico abbinamento consigliato è quello con la Oxford, anche detta Francesina, calzatura sinonimo di eleganza e formalità.

A seconda dell’evento e dell’abito scelto è possibile optare per una Francesina liscia, una Francesina Brogue o una Francesina Full Brogue. Per il massimo dell’eleganza è consigliabile optare per la Francesina GoodYear.

Lascia un commento